Agrigento: morto un marinaio, salvati altri due

0
292
Tempo di lettura: 2 minuti

E’ successo tutto in pochi minuti nella provincia di Agrigento, è entrata abbondante acqua nel vano motore non lasciando scampo a un membro dell’equipaggio.

L’intervento rapido

Erano presenti tre marinai sul peschereccio, affondato a circa un km e mezzo da Agrigento. Si sono resi conto della situazione pericolosa avvisando dunque che stavano per affondare. Le motovedette sono arrivate subito ma il pschereccio era già colato a picco.

Una vittima e due superstiti

Si sono salvati due marinai, il terzo invece è morto; il sindaco di Lampedusa Totò Martello che ha seguito attentamente la vicenda ha fatto le sue condoglianze “Dichiarato a Lampedusa il lutto cittadino per la morte del pescatore, Giovanni Bono”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

Bono, 59 anni di Lampedusa (Agrigento) era sposato con due figlie. I due superstiti invece sono stato portati dal porto al poliambulatorio dell’isola dove sono stati sottoposti a tutti gli accertamenti medici necessari.

Non un evento isolato

Si sente molto spesso di episodi simili in Sicilia, basti pensare al Naufragio nel canale di Sicilia in cui persero la vita moltissime persone, quasi sicuramente centinaia.
Le correnti che circondano le Sicilia sanno essere molto pericolose come già sapevano i nostri antenati quando navigavano in quello che ora conosciamo come stretto di Messina