Ancora colpi di pistola allo Zen: trovati proiettili per terra

0
407
Tempo di lettura: 2 minuti

Carabinieri e personale della scientifica intervenuti in via Luigi Einaudi per effettuare i rilievi.

L’accaduto

Colpi di pistola nel quartiere Zen. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Le segnalazioni sono partite dalle parti di via Luigi Einaudi per via di alcuni spari con arma da fuoco esplosi in strada. In poco tempo sono arrivate numerose pattuglie che hanno provveduto a chiudere la strada all’altezza di via Ludovico Bianchini per lasciare il supporto del personale del servizio investigazioni scientifiche effettuare i rilievi. Secondo le prime informazioni sarebbe stati rinvenuti diversi bossoli per terra. Dopo le prime ore di indagini sono ancora poche le informazioni in mano agli investigatori, che dovranno chiarire chi abbia premuto il grilletto e quale fosse l’obiettivo, se abbia centrato il bersaglio o meno. Ancora non risultano esserci feriti ma si farà attenzione agli ospedali in queste ore per vedere se qualcuno si sarà presentato con qualche ferita sospetta. Allo Zen già in serata è calato il silenzio, ma stando a al racconto di alcuni residenti del quartiere già nel pomeriggio avevano percepito una certa tensione nell’aria.

Non è la prima volta

Non è la prima volta che nel quartiere Zen di Palermo vengono segnalati degli eventi simili, L’episodio più recente registrato nella zona risale ad aprile, precisamente in via Agesia di Siracusa. Anche quella volta in pochi minuti il quartiere si è riempito di agenti di polizia, con volanti in perlustrazione e personale della Scientifica occupata con i rilievi balistici. I due colpi di pistola registrati quel giorno sono stati sparati nel primo pomeriggio ed avevano raggiunto una finestra e un muro di una palazzina, anche quel caso rimane irrisolto, possibile dunque chi impugnava la pistola avesse qualcuno o la sua abitazione nel mirino, come se fosse un atto d’intimidazione. Quella volta vennero analizzate alcune telecamere di videosorveglianza dagli investigatori, nella speranza che qualcuno abbia visto qualcosa e decida di collaborare con gli agenti per ricostruire l’accaduto.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!