Bimbo di 4 mesi muore soffocato dal latte, la tragedia a Gela

0
594
Tempo di lettura: 2 minuti

Questa mattina a Gela si è consumata una tragedia. Un bimbo di 4 mesi è morto a causa di un soffocamento da latte nel sonno, un fenomeno imprevedibile.

Una morte imprevedibile

Quando la famiglia ha portato il bimbo presso l’ospedale “Vittorio Emanuele” nel tentativo salvargli la vita per lui era già troppo tardi. Secondo alcune prime informazioni il piccolo si era appena addormentato dopo aver mangiato, quando ad un certo punto è diventato cianotico. Il colpevole delle difficoltà respiratorie del piccolo sembra sia stato un improvviso rigurgito di latte.

Sono state inutili manovre di rianimazione della madre e dei familiari presenti al momento della tragedia, il bambino è arrivato al prontosoccorso con il battito già assente, il suo cuore aveva già smesso di battere. I giovanissimi genitori si erano appena sposati, e la gioia del nuovo arrivato è stata tranciata da questa tristissima vicenda.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

I genitori, giovani vittime inconsapevoli

I medici hanno avanzato l’ipotesi del soffocamento da latte perché le vie aeree della piccola vittima erano completamente ostruite. Una volta presa visione delle cause della morte è stato deciso che l’intervento delle autorità fosse superfluo, non sono quindi entrati in campo polizia o carabinieri. I sanitari hanno preferito restituire la salma ai genitori disperati, che adesso dovranno convivere con una tragedia frutto di una fatalità incredibile, imprevedibile, che per questo li esclude da ogni responsabilità.

Soffocamento da latte, cos’è e come prevenirlo

Il soffocamento infantile è un’emergenza reale con rischi molto ami, con dimostrato da questa triste vicenda. Spesso i genitori non sono nemmeno a conoscenza della possibilità che senza prendere determinate precauzioni i propri bimbi possano soffrirne. Uno dei principali motivi per cui questo fenomeno avviene è la minuta anatomia dei neonati, che hanno si la nostra stessa composizione ma in dimensioni decisamente ridotte, il che li rende facilmente suscettibili ad ostruzioni che spesso evitano con il riflesso della tosse. Spesso anche la posizione che i piccoli assumono durante il sonno è decisiva per la loro digestione e la salvaguardia in caso di soffocamento, i pediatri infatti speso consigliano posizioni più sicure durante e dopo l’allattamento che possano aiutare i bimbi a deglutire. Insomma, i neonati sono delicati, e spesso nonostante la massima attenzione è impossibile aiutarli, per questo i genitori non avranno mai colpe in questi casi, sono solo vittime di un fato crudele e beffardo.