Palermo: assembramento causa la chiusura di due pub

0
460
Tempo di lettura: 2 minuti

Molti giovani con mascherine tenute come bracciali e cocktail tenuti in mano. Gli agenti della polizia municipale hanno sottoposto a controllo e sanzioni i titolari di due locali, il SottoCapo di piazza del Monte di Pietà e I Grilli di largo Cavalieri di Malta, per la violazione delle misure anti Covid pensate per frenare i contagi. Al termine dei controlli le forze dell’ordine hanno sanzionato i due locali per un totale di 1.200 euro, notificando inoltre un provvedimento di chiusura per 5 giorni. “Ci hanno richiuso per altri 5 giorni, a distanza di una settimana. Io e i miei dipendenti – si legge sulla pagina Facebook del Sottocapo – abbiamo fatto rispettare tutte le regole precauzionali per mantenere il distanziamento interpersonale sia all’interno che all’esterno, nell’area autorizzata dal Comune. Non abbiamo alcuna autorità per fare andare via la gente che staziona e passeggia. Siamo senza parole e molto dispiaciuti”.

Sempre più locali stanno chiudendo per via della violazione delle norme anticovid

Proprio sabato 5 Settembre è emerso che la gente presente creava assembramento in due attività e per i locali del quartiere “Capo” è stata disposta la chiusura di 5 giorni. In uno di questi inoltre due dipendenti sono stati sorpresi a somministrare alcolici a minori di 18 anni e per questo sono stati denunciati . Il responsabile è stato sanzionato amministrativamente per aver impiegato tre dipendenti privi del prescritto attestato di alimentarista, omesso il rispetto dei requisiti generali di igiene nelle aree devolute all’attività di somministrazione nonché l’invio della prescritta comunicazione all’autorità sanitaria. Il proprietario di un lounge bar, è stato denunciato  e sanzionato poiché responsabile di aver occupato gran parte della sede stradale con tavoli, sedie ed ombrelloni, creando disagi alla circolazione pedonale; Infine, il titolare di un ristorante pizzeria è stato sanzionato poiché privo del prescritto documento per la registrazione del cliente. Le sanzioni ammontano a circa 11.000 euro.

Nel mirino anche via Dante

La polizia municipale, lo scorso Maggio, ha consegnato sanzioni per 15mila euro. Due i locali chiusi, sei i clienti multati per le distanze troppo ravvicinate. Tensione in via Zoppo di Gangi, vicino a via Dante, dove un locale è stato chiuso. All’arrivo degli agenti il locale era pieno di clienti e “tutti, compresi i gestori, non stavano osservando le prescritte misure di prevenzione e non indossavano alcun dispositivo di protezione”, scrivono dal Comune. Quando i poliziotti municipali hanno chiarito che da lì a poco avrebbero notificato una sanzione, è scoppiato il caos. Tanto che sono dovute intervenire tre pattuglie della polizia per riportare la calma. Il locale è stato chiuso e posto sotto sequestro cautelativo, con l’applicazione, oltre alle sanzioni pecuniarie per i titolari, della sanzione accessoria della chiusura di cinque giorni.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!