Ponte o tunnel sullo stretto di Messina: nasce la commissione!

0
469
Tempo di lettura: 2 minuti

Per la prima volta si è riunita la commissione che farà una valutazione su qual è lo strumento migliore per collegare Sicilia e Calabria nel corso del 2020 e gli anni a venire.

Quali sono le tre ipotesi

Paola De Micheli

Il famoso “ponte dello stretto” su cui tanto hanno lucrato i politici per le loro campagne elettorali potrebbe non essere più un ponte. La ministra dei trasporti Paola De Micheli al TG2 POST ha dichiarato “Ci sono tre possibilità: il ponte, il tunnel appoggiato sul fondo del mare e poi il tunnel vero e proprio”, evidenziando che vogliono che vengano collegate Calabria e Sicilia sia su ferro che su strada con una pista ciclabile. In quest’ottica nasce quindi l’esigenza di “uno studio trasportistico, poi una valutazione economica e ingegneristica”.

Recovery fund del Decreto agosto

La commissione che deciderà sul futuro dello stretto di messina durante l’attesa degli studi dei professionisti nei vari ambiti, hanno inserito il progetto di realizzazione del collegamento sullo stretto nel piano straordinario di infrastrutturazione come richiesto dalle due regioni coinvolte. Questo è un risultato molto importante in vista del dibattito parlamentare che si terrà a proposito della conversazione del Decreto agosto che inserisce il progetto nelle opere da finanziare con il Recovery Fund.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

I commenti dei governatori

Jole Santelli

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria ha commentato “Un tassello significativo sulla strada della reale fattibilità di una infrastruttura strategica, non solo per due regioni del Mezzogiorno: Calabria e Sicilia, ma per l’intero Paese. Un progetto chiave, capace di dare nuova centralità al Sud nel contesto del Mediterraneo e dell’Europa”.

Nello Musumeci

Nello Musumeci, come Jole Santelli ha evidenziato come sia un vantaggio per l’intera nazione: “Finalmente il Ponte sullo Stretto di Messina assume una rilevanza strategica per le infrastrutture da parte di tutte le Regioni italiane”.