Ragusa: un papà accoltellato davanti la scuola dei figli. Settimana di sangue in Sicilia

0
298
Tempo di lettura: 2 minuti

Un inizio scolastico tragico nel ragusano, dove questa mattina due genitori si sarebbero accoltellati davanti alla scuola dei figli e sotto gli occhi i tutti. La polizia è intervenuta sul posto per fermare la rissa.

Una mattinata insanguinata

Erano le 8.30 quando, per cause ancora da accertare, due papà avrebbero cominciato a litigare davanti all’ingresso della scuola Pappalardo, dovevano appena lasciato i figli per le normali lezioni scolastiche. Secondo le ricostruzioni della polizia di Vittoria, comune di Ragusa in cui si è svolta la vicenda, al culmine del litigio uno dei due uomini avrebbe estratto un coltello, colpendo l’altro al torace. Quest’ultimo è stato trasferito al pronto soccorso dell’Ospedale di Vittoria, ma secondo fonti investigative non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia della stazione di Vittoria e al commissariato stanno pian piano ricostruendo la dinamica. L’uomo che ha sferrato la coltellata si è dato alla fuga e ora si cerca di rintracciarlo. Intanto sono in corso gli interrogatori sui testimoni che potrebbero portare, nelle prossime ore, ad una svolta nelle indagini e mettere chiarezza in tutta la vicenda.

Violenza e sangue anche ad Enna

Quello di Vittoria, purtroppo, non è l’unico episodio di questo genere verificatosi in Sicilia nell’ultimo periodo. Nei giorni scorsi a Leonforte, in provincia di Enna, un anziano di 84 anni è stato arrestato dagli agenti di polizia per aver accoltellato un imprenditore edile. Nella giornata dii domenica, second quanto emerge dalle dichiarazioni degli inquirenti, una pattuglia si è imbattuta nella rissa durante una ronda di controllo. La vicenda si è svolta difronte ad un bar in corso Umberto, dove si era ammassata una grande quantità di gente attorno all’uomo ferito. I poliziotti sono subito corsi in aiuto per capire cosa fosse successo, trovandosi davanti ad una barbara scena, l’imprenditore edile era visibilmente sofferente a causa di una vistosa ferita ad un braccio. Lui stesso ha poi indicato chi fosse l’autore dell’aggressione. Pare che i due avessero delle dispute in corso riguardo a delle fatture relative a dei lavori. L’uomo incriminato, G.R pensionato di Leonforte, è stato accusato di lesioni volontarie aggravate da futili motivi dall’uso di un’arma da taglio, accusa avanzata dal commissariato di polizia, si trova ora ai domiciliari sotto disposizione della Procura di Enna. Sarà interrogato nelle prossime ore per le indagini preliminari.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!