Rapinatori assaltano il Lidl di Viale Regione

0
514
Tempo di lettura: 2 minuti

I malviventi, con il volto coperto da un casco, hanno scavalcato i banconi iniziando a ripulire le casse. Il punto vendita era affollato e molti clienti sono scappati impauriti lasciando i carrelli nei corridoi. E’ successo nel punto vendita Lidl in viale regione, alle ore 18 di ieri. Orario in cui il punto vendita era affollato e molti clienti sono fuggiti impauriti lasciando i carrelli nei corridoi. “Ero a turno per pagare con mia moglie e mio figlio – racconta a PalermoToday uno dei clienti – e siamo fuggiti via dal supermercato lasciando la spesa nel carrello. Erano almeno in tre”. Sul posto le forze dell’ordine, che hanno avviato le indagini.

Ricordiamo la rapina in via Roma avvenuta l’anno scorso


Nel corso di un assalto al Lidl di via Roma avvenuta a Maggio dell’anno scorso, una cliente, sorpresa per quanto stava accadendo, ha “lanciato l’allarme” scrivendo un post su Facebook. “Mi trovo nel mezzo di una rapina al Lidl…di via Roma”. Mezzora dopo l’aggiornamento: “Tutto a posto, rilassiamoci”. Dopo tre giorni (l’episodio è successo mercoledì) i carabinieri hanno arrestato i presunti autori: si tratta di tre minorenni che avrebbero rapinato il supermercato e durante la fuga avrebbero spinto a terra una guardia giurata, facendola cadere e causandole la frattura di tibia e perone. Sul posto sono intervenuti anche alcune volanti di polizia e le ambulanze del 118 allertate da altri cinque clienti che invece hanno preferito utilizzare un canale più convenzionale utilizzando il cellulare e componendo sulla tastiera il 112.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori i tre giovani, a volto scoperto e senza armi, erano entrati nel punto vendita per rubare alcuni utensili. I militari del Nucleo operativo di piazza Verdi, dopo aver ascoltato i testimoni della rapina, hanno visionato le immagini della videosorveglianza e riconosciuto i responsabili. 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

“I militari hanno raggiunto l’abitazione dei tre minori – si legge in una nota del Comando provinciale – e hanno rinvenuto parte della refurtiva che è stata poi restituita al responsabile dell’esercizio commerciale”. I tre giovani sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per i reati di rapina e lesioni personali.“