Ritardi nei pagamenti, la Sicilia è la più lenta: Ragusa è la migliore

0
219
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Sicilia mantiene la sua nomea per essere la più ritardataria tra le regioni, si registra che solo il 18% dei pagamenti venga effettuato alla effettiva scadenza, la metà rispetto ai pagamenti della Lombardia.

La posizione della Sicilia, imbarazzante

Lo studio dei Pagamenti ha registrato che nei primi sei mesi del 2020 la Sicilia è risultata, a pari passo con la Calabria, la regione più lenta nell’emettere pagamenti a livello statale e privato. Anzi, per la maggior parte delle procedure questi vengono effettuati con ritardi di oltre 30 giorni rispetto alla data di presunta scadenza. All’interno della regione si affermano poi casi di estrema inefficienza, Caltanissetta e Palermo si trovano infatti in terzultima posizione su tutte le provincie nazionali con un aumento del 7% dei ritardi più gravi. Una parola di conforto nei confronti delle imprese che invece risultano puntuali nel 50% dei pagamenti.

La situazione nazionale

Marco Preti, Amministratore delegato del Cribis ha affermato che la situazione pare migliorare di semestre in semestre, con un evidente riduzione dei tempi d’azione di grandi e piccole aziende. Di seguito si mostrano le tabelle che mostrano i dati nazionali di riferimento

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!