Salvini attacca Orlando: “Bravo a insultare la Lega ma pessimo amministratore”

0
480
Tempo di lettura: 2 minuti

A far nascere il nuovo attacco di Salvini contro il professore Orlando è la situazione del cimitero dei Rotoli, dove ancora centinaia di salme sono in attesa di sepoltura. Il presidente del Consiglio comunale, Totò Orlando, è stato categorico: prima della discussione della mozione di sfiducia al sindaco Sala delle Lapidi non si riunirà. La Lega però insiste e chiede una seduta straordinaria all’interno del cimitero dei Rotoli, in quanto in deposito sono circa 500 le bare ancora accatastate. Il Comune, secondo il programma che il sindaco ha concordato con la Reset e i servizi cimiteriali, ne avrebbero dovuto tumulare 12 al giorno. “Nonostante il sindaco abbia deciso di occuparsi personalmente della faccenda e nonostante abbia fatto un’ordinanza per la creazione di un sistema cimiteriale unico per Rotoli, Cappuccini e Santa Maria di Gesù, la tabella di marcia non sta andando come previsto”, sottolineano Gelarda, Anello e Ficarra. Secondo i tre esponenti infatti tenere una seduta di Consiglio comunale all’interno del cimitero darebbe un segnale forte alla città e costringerebbe il sindaco a prendersi le proprie responsabilità. “Grazie all’amministratore Orlando – aggiungono gli esponenti del Carroccio – i palermitani non possono più neanche seppellire i morti in santa pace”.

L’attacco di Salvini

“Mozione di sfiducia al sindaco di Palermo Leoluca Orlando,bravissimo a insultare la Lega ma pessimo come amministratore – afferma Salvini -. Centinaia di bare restano accatastate al cimitero, senza aver ricevuto degna sepoltura. Uno spettacolo indegno per una città che merita molto di più e molto meglio”. 

La risposta non tarda ad arrivare

Non tarda ad arrivare la risposta dei consiglieri di Sinistra Comune Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando e Marcello Susinno. “La questione cimiteri è talmente grave e delicata che non merita certamente inutili proposte provocatorie ma interventi risolutivi. Riteniamo che si debba accelerare il percorso tracciato dagli uffici per fronteggiare l’emergenza, individuando subito un terreno per l’inumazione e comunque tutte le misure necessarie a superare questa fase di crisi che si è prolungata già ben oltre il previsto. Immediatamente dopo vogliamo sederci al tavolo con l’amministrazione per ragionare insieme sulle soluzioni di lungo termine”

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

Non è la prima volta che Salvini attacca il sindaco Orlando

“Orlando è l’ultimo sindaco d’Italia, sa solo insultare. Si dimetta! – dice Salvini – Il sindaco Orlando, ultimo assoluto in Italia per gradimento dei cittadini secondo i dati de Il Sole 24 Ore, perde pezzi e passa il tempo a insultare me e la Lega”. Questo è l’attacco di Salvini in seguito alla violenta alluvione avvenuta nel Palermitano il 15 Luglio 2020. Un grande numero di automobili, infatti, è stato completamente sommerso dall’acqua, soprattutto nella zona di viale Regione Siciliana e di via Leonardo Da Vinci, dove sono presenti diversi sottopassi, divenuti trappole per i cittadini. Leoluca Orlando, a poche ore dal nubifragio, si era già prontamente difeso, affermando che in alcun modo si sarebbe potuto prevedere l’episodio e, dunque, nessuna colpa è da attribuire ai disservizi delle istituzioni.