Tragedie stradali a Siracusa, donna incinta rischia di perdere il suo bambino

0
416
Tempo di lettura: 2 minuti

Mattina di incidenti stradali a Siracusa, dove la disattenzione dei guidatori ha di nuovo compromesso la vita di due pedoni, una donna incinta e altre due persone che hanno perso la vita.

Un incidente che interrompe una nuova vita

Il primo incidente è avvenuto questa mattina a Portopalo, nel Siracusano. La vicenda ha interessato una donna in stato di gravidanza che, mentre attraversava la strada, è stata investita da uno scooter elettrico secondo dinamiche ancora poco certe. Il mezzo era guidato da due donne nonostante fosse omologato per trasportare una sola persona. I testimoni presenti sul luogo hanno subito prestato soccorso alla vittima, successivamente trasferita in ambulanza al vicino ospedale. Inoltre anche le due donne hanno avuto bisogno di urgenti cure mediche. Sul posto gli agenti della polizia stradale hanno effettuato i loro rilevamenti per determinare la dinamica dell’incidente. Non ci sono informazioni sulle condizioni delle due donne che guidavano il motociclo, ma a quanto pare si teme per la vita del bambino che la giovane porta in grembo.

Altre due vittime sulle strade siciliane

La scia degli incidenti stradali delle ultime settimane non si ferma qui, e porta via con sé Maria Trombatore, una 67enne che il 17 Settembre scorso è stata vittima di un brutto incidente in Via Piazza Armerina, in zona Scala Greca. L’incidente le è costato la vita, così come pochi attimi prima perse la vita Sebastiano Moncada, 74 anni, investito da uno scooter durante una delle sue passeggiate quotidiane.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani aggiornato sulle ultime novità!

L’anziano è morto sul colpo, mentre la donna ha riportato gravissime lesioni che i medici hanno provato ad attutire con tutte le forze disponibili, sfortunatamente con scarsi risultati. Le condizioni della donna si sono aggravate ed oggi il suo debole cuore ha smesso di battere. L’uomo è stato arruotato da un giovane, ora indagato per omicidio stradale, stessa cosa vale per il ragazzo che si trovava alla guida del mezzo che ha investito Maria. Le indagini di entrambi i casi sono state affidate alla Procura di Siracusa e alla Polizia Municipale, sotto il coordinamento del comandante Miccoli.